CINA / Perché la sinistra non fa il suo mestiere?

di Andrea Ferrario

Un recente articolo riguardante l’economia e la situazione sociale in Cina scritto da un importante esponente della sinistra europea, il portoghese Francisco Louçã, finisce per essere di fatto un messaggio di promozione del regime di Xi grazie a dati errati e a un approccio politico inaccettabile. Lo schema che adotta, quello dell’ammirazione per i “miracoli” del capitalismo cinese e del silenzio invece sulla situazione tragica della classe lavoratrice e dei compagni locali, è tipico di ampi settori della sinistra, anche antistalinista. Per questo è a mio parere importante sottoporlo a una dettagliata critica, come faccio qui sotto. Leggi il resto dell’articolo

ASIA / I lavoratori di Cina e India in un 2020 di sfide senza precedenti

da China Labour Bulletin, 19 novembre 2020

Il China Labour Bulletin spiega come la pandemia di Covid-19 e la contrazione economica hanno colpito le due maggiori forze lavoro del mondo, in Cina e in India. I due rispettivi governi non hanno fatto nulla per i lavoratori e quello indiano se ne è approfittato per intaccare ulteriormente i loro diritti. Ma in India esiste almeno anche un vivace movimento sindacale, al contrario che in Cina. Leggi il resto dell’articolo

CINA / Lettera aperta alla Monthly Review sullo Xinjiang e il Qiao Collective

Critical China Scholars, 19 ottobre 2020

Crisi Globale pubblica la traduzione in italiano di una lettera aperta inviata alla rivista Monthly Review da numerosi studiosi impegnati in una lettura critica da sinistra degli sviluppi in Cina e della storia del paese. Nella lettera si critica la ripubblicazione da parte della Monthly Review di un testo del Qiao Collective che giustifica le repressioni nello Xinjiang. Il Qiao Collective è un gruppo impegnato nella propaganda a favore del regime cinese. A mesi di distanza la lettera non risulta pubblicata nel sito della Monthly Review. Leggi il resto dell’articolo

CINA / A un anno dal lockdown di Wuhan

di Andrea Ferrario

A un anno dal lockdown di Wuhan, alcune considerazioni retrospettive sui modelli originatisi allora in Cina e replicati poi nel mondo, nonché sulle colossali responsabilità della dirigenza politica di Pechino e di quelle di tutti i principali paesi del mondo. I tentativi delle autorità cinesi di fare dimenticare con mezzi propagandistici le proprie colpe storiche sono solo una testimonianza della loro cattiva coscienza, ribadita oggi tra le altre cose anche dal loro approccio alla creazione di vaccini. Leggi il resto dell’articolo

CINA / Economia cinese: davvero tutto va bene? Parte III: Ricchi e poveri

In questa terza parte del viaggio nell’economia cinese a fine 2020 affrontiamo alcuni specifici aspetti sociali e politici, come il ruolo fondamentale che il Partito Comunista continua ad assegnare al capitale privato, a condizione che aderisca a una linea nazionalista, il crescente divario sociale e geografico, il boom dei miliardari e dei milionari, e i consumi trainati dai beni di lusso per pochi mentre la povertà rimane diffusa. Leggi il resto dell’articolo

CINA / Economia cinese: davvero tutto va bene? Parte II: La crescita inarrestabile del debito e l’ondata di default

In questa seconda parte del viaggio nell’economia cinese alla fine di questo anno cruciale passiamo in rassegna l’inarrestabile accumulazione di debito che tiene a galla un sistema spinto dagli investimenti in infrastrutture inutili e nella “vecchia economia” del carbone e dell’acciaio. Un sistema che sta evidenziando forti crepe con l’impressionante serie di default di aziende private e statali registrati questi ultimi mesi. Leggi il resto dell’articolo

CINA / Economia cinese: davvero tutto va bene? Parte I: Le statistiche manipolate

Dietro alla narrazione di un’economia cinese in netta ascesa offertaci da Pechino e riecheggiata dai media occidentali, si nasconde una realtà ben diversa, fatta di dati manipolati, crescita inarrestabile di un debito sempre più improduttivo, crepe profonde nel sistema finanziario e industriale ed enorme divario sociale. In questa prima di tre parti, un esame di come Pechino manipola le statistiche politicamente più sensibili per proiettare un’immagine di stabilità e grandeur. Leggi il resto dell’articolo

CINA / Ancora repressioni contro i militanti di sinistra

a cura di Chinaworker.info, 6 novembre 2020 (originale: https://chinaworker.info/en/2020/11/06/25440/)

In Cina, con il processo a Chai Xiaoming, si ha un ennesimo capitolo delle repressioni del regime che colpiscono militanti di sinistra e lavoratori. Grazie a un sistema giudiziario che prevede una lunghissima detenzione preventiva, anche in luoghi segreti, e a una politica di repressioni violente, il regime apporta duri colpi alle lotte da sinistra, ma dietro a questa esibizione di forza traspare l’enorme paura di Pechino per la crescita di un autentico socialismo. Leggi il resto dell’articolo

ITALIA / Déjà virus

di Andrea Ferrario

Fontana, Sala, confindustrie varie, loquaci baroni della sanità, e in mezzo il cerchiobottista Conte: impossibile non provare una situazione di déjà vu oggi, di fronte al ripetersi di una situazione quasi uguale a quella dei primi giorni di marzo. Il sistema del profitto a ogni costo, con la sua irresponsabilità, minaccia ancora una volta di trascinare la Lombardia e l’Italia in una catastrofe. Leggi il resto dell’articolo

CINA / Perché la Cina è capitalista

di Eli Friedman, da Spectre Journal, 15 luglio 2020

La Cina di oggi è un paese in tutto e per tutto capitalista, nel quale i lavoratori, privi di adeguate tutele, vengono sfruttati e repressi con la forza degli apparati polizieschi. Il Partito Comunista cinese è un partito accoglie nelle proprie fila miliardari e capitalisti di ogni sorta, difendendone gli interessi. Eli Friedman, che da anni studia la classe operaia cinese, spiega perché la Cina non può in alcun modo essere un modello o una speranza per la sinistra anticapitalista. Leggi il resto dell’articolo

NORD AMERICA / I semi della rivoluzione sono germogliati: che fare ora?

di Peter Hudis, da “New Politics”, 6 agosto 2020

Un’analisi della straordinaria stagione di lotte contro la violenza razzista apertasi negli Usa dopo l’omicidio di George Floyd e che ha mobilitato 26 milioni di americani, incontrando un’ampia solidarietà internazionale. Pur senza aderire al punto di vista marxista-umanista dell’autore, riteniamo che il testo qui proposto offra ragionamenti particolarmente stimolanti su questo movimento nato dal basso.

Leggi il resto dell’articolo

LIBRO / La Cina, il virus e il mondo – il libro completo

E’ finalmente online l’edizione completa del libro “La Cina, il virus e il mondo” di Andrea Ferrario, liberamente scaricabile. Il libro ricostruisce la storia della diffusione del virus in Cina fino al suo arginamento tra fine febbraio e inizio marzo 2020, e i successivi difficili mesi fino a fine giugno 2020. Una particolare attenzione viene riservata anche agli sviluppi a Hong Kong e Taiwan, nonché nelle due Coree e in Giappone. Il capitolo conclusivo amplia l’obiettivo al contesto mondiale: la diffusione dell’epidemia in tutto il mondo, la crisi economica, la recente ondata globale di mobilitazioni. Chiude il libro un’appendice sull’immagine di Wuhan nel cinema cinese.

SCARICA IL LIBRO IN PDF CLICCANDO QUI, OPPURE SULL’IMMAGINE DELLA COPERTINA QUI SOTTO

Copertina