LIBRO / La Cina, il virus e il mondo – Cap. 5 I principali sviluppi nelle due Coree, in Giappone e nel Mar Cinese Meridionale

Il Capitolo 5 del libro “La Cina, il virus e il mondo” di Andrea Ferrario, analizza gli sviluppi nell’Asia Orientale da gennaio fino a metà maggio di quest’anno, dalla “scomparsa” di Kim Jong-un, alle elezioni in Corea del Sud, all’innalzarsi delle tensioni nell’area e ai diversi modelli per combattere l’epidemia di Covid-19. Leggi il resto dell’articolo

LIBRO / La Cina, il virus e il mondo – Cap. 4 Gli sviluppi paralleli a Hong Kong e Taiwan

In questo Capitolo 4 del libro “La Cina, il virus e il mondo” vengono passati in rassegna gli eventi a Hong Kong e Taiwan da inizio gennaio fino a metà maggio (prima della recente abolizione di fatto dell’autonomia dell’ex colonia britannica). A Hong Kong la posizione di Pechino si è fatta sempre più dura, mentre l’opposizione ha cercato di organizzarsi a livello sindacale. A Taiwan la vittoria dilagante di Tsai Ing-Wen alle presidenziali ha rappresentato un’ulteriore sconfitta per Xi Jinping. Leggi il resto dell’articolo

LIBRO / La Cina, il virus e il mondo – Cap. 3 L’euforia per la “vittoria” seguita dai conti con la dura realtà

In questo terzo capitolo del libro “La Cina, il virus e il mondo” di Andrea Ferrario, che copre il periodo da metà marzo fino a metà maggio 2020, si affrontano temi come la guerra delle teorie cospirative tra Pechino e Washington, gli enormi problemi economici della Cina e l’ulteriore accentramento del potere di Xi Jinping Leggi il resto dell’articolo

LIBRO / La Cina, il virus e il mondo – Cap. 2 La corsa a contenere la catastrofe

Il Capitolo 2 del libro “La Cina, il virus e il mondo”, di cui continuiamo la pubblicazione a puntate, copre gli sviluppi in Cina nel periodo da fine gennaio a fine febbraio 2020, cioè dal blocco di Wuhan e dello Hubei fino alla scomparsa di Xi Jinping dalla scena, alla decisione intorno a metà febbraio di un ritorno del paese al lavoro e al profilarsi infine di un drastico arginamento dell’epidemia. Leggi il resto dell’articolo

LIBRO / La Cina, il virus e il mondo – Cap. 1 Lo scoppio dell’epidemia e le manovre di occultamento

Prosegue la pubblicazione a puntate del libro “La Cina, il virus e il mondo” di Andrea Ferrario. In questo Cap. 1, che copre il periodo da metà dicembre 2019 a fine gennaio 2020, vengono ricostruiti l’iniziale diffondersi dell’epidemia a Wuhan, gli interventi censori e repressivi delle autorità centrali cinesi, e le altre responsabilità che hanno portato allo scoppio di un’epidemia di portata mondiale. Leggi il resto dell’articolo

LIBRO / La Cina, il virus e il mondo – Introduzione e indice

Inizia oggi su Crisi Globale la pubblicazione a puntate del libro “La Cina, il virus e il mondo”, scritto da Andrea Ferrario. Il libro uscirà poi in un unico ebook. Nella prima parte ricostruisce la gestione da parte di Pechino della crisi causata dall’epidemia di Covid-19, nonché i paralleli sviluppi a Hong Kong, Taiwan e nell’Asia Orientale. Nella seconda offrirà una serie di approfondimenti tematici e nella terza parte conclusiva amplierà l’obiettivo al contesto mondiale. Oggi cominciamo con l’introduzione e l’indice. Leggi il resto dell’articolo

CINA / Oms: non solo inutile, ma anche dannosa

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) in questi mesi ha prima contribuito a coprire gli occultamenti da parte di Pechino del diffondersi dell’epidemia del nuovo coronavirus, poi ha dato sistematicamente sostegno alla propaganda del regime di Xi Jinping, fino a toccare il ridicolo nella propria campagna contro Taiwan. Ma i suoi errori non si limitano all’appoggio dato al regime cinese. Leggi il resto dell’articolo

CINA / Il virus di Xi Jinping

Dietro il dilagare del coronavirus in Cina ci sono sia l’inettitudine di un’oligarchia autoritaria sia le deliberate politiche di riduzione al minimo delle spese sanitarie, di repressione e di censura. Il regime di Xi Jinping ha collezionato negli anni una quantità incredibile di errori, disastri e disfatte che hanno portato il paese a una crisi sistemica, di cui l’epidemia in corso è solo l’ultimo capitolo. Leggi il resto dell’articolo

ASIA / Hong Kong: quali prospettive dopo sei mesi di rivolta?

Dopo mesi di escalation della radicalità delle proteste a Hong Kong, la schiacciante vittoria dell’opposizione alle elezioni amministrative segna un nuovo capitolo. Il movimento, sfuggito alla trappola di una spaccatura tra “violenti” e “non violenti”, deve ora riflettere su come andare avanti, in un contesto in cui Pechino non sa fare altro che opporre un muro autoritario e le tensioni nell’area più ampia dell’Asia Orientale crescono. Leggi il resto dell’articolo

ASIA / Asia Orientale: una regione in bilico

di Andrea Ferrario

L’area geografica comunemente denominata Asia Orientale (Cina continentale, Hong Kong, Taiwan, due Coree e Giappone) è uno dei fulcri del sistema capitalistico mondiale e, sebbene da tempo in frenata, ne è stata per decenni uno degli elementi economicamente più dinamici. Oggi in quest’area si sovrappongono forti fattori di crisi, di natura sia politica che economica, i cui futuri sviluppi avranno inevitabilmente riflessi decisivi a livello globale. Leggi il resto dell’articolo

ASIA / Hong Kong: un’insurrezione per la democrazia

Da ormai tre mesi Hong Kong è in stato di insurrezione permanente. Manifestazioni pacifiche e altre più aggressive hanno coinvolto centinaia di migliaia, e in alcuni casi più di un milione, di giovani e lavoratori, sia donne che uomini. Nonostante il limite della mancanza di strutture organizzate, si tratta di un’importante nuova esperienza di lotta di massa per la democrazia. Il sempre maggiore irrigidimento reazionario del regime di Xi Jinping offre tuttavia agli hongkonghesi la sola prospettiva di un vicolo cieco. Leggi il resto dell’articolo

CINA/L’incubo di Xi Jinping: lavoratori, femministe e studenti uniscono le forze

Alle forti difficoltà che il regime di Xi Jinping si trova ad affrontare a causa della guerra dei dazi e della bolla del debito, si aggiunge un salto di qualità nelle lotte politiche e sociali. Gli scioperi e le proteste dei lavoratori stanno passando da una dimensione locale a una nazionale, mentre si profila una convergenza delle loro azioni con quelle delle femministe in ascesa e di una nuova generazione di combattivi studenti marxisti. Leggi il resto dell’articolo