TEMI GLOBALI /L’eterno ritorno della crisi mondiale (Parte 1)

di Andrea Ferrario

Nonostante i tentativi di esorcizzarlo con enormi iniezioni di liquidità lo spettro della crisi mondiale continua a riemergere. In questa prima parte del nostro panorama della situazione economica a inizio 2016 affrontiamo il caos mondiale, la crisi cinese, la parabola discendente degli altri paesi emergenti e la stagnazione del Giappone. Leggi il resto dell’articolo

TEMI GLOBALI / Economia mondiale: allacciatevi le cinture! (1a parte)

di Andrea Ferrario

A sei anni dall’inizio della sua crisi, l’economia mondiale continua a trovarsi in un vicolo cieco. In questa prima parte della nostra analisi della crisi globale in corso ci occupiamo dei rischi di recessione in Germania, del vicolo cieco dell’economia Ue, dell’anemica crescita Usa, degli esorcismi di Draghi e dello spettro della deflazione. Leggi il resto dell’articolo

CINA / La bolla che non demorde

La situazione del sistema finanziario cinese continua a rimanere altamente instabile, come dimostrano il credit crunch di fine anno e i dati sull’esplosione del debito. La transizione a un nuovo modello che la nuova dirigenza di Pechino dice di volere avviare trova di fronte a sé un terreno economico minato, mentre allo stesso tempo crescono le tensioni globali e si complica, anche a livello militare, il contesto asiatico.

Leggi il resto dell’articolo

TEMI GLOBALI / Danzando sull’orlo dell’abisso: 3) I paesi emergenti nella tempesta – Cina: eccesso di debito – Conclusioni

I paesi emergenti nella tempesta

Con il terremoto provocato a livello mondiale dall’annuncio della Fed di una possibile riduzione del Quantitative Easing è emerso con piena chiarezza il rischio di una pesante crisi nei cosiddetti paesi emergenti, che negli ultimi anni erano stati considerati da molti come il futuro motore della crescita mondiale. La loro crescita, come osserva il già citato Satyajit Das su Economonitor, “era stata trainata dal basso livello di sviluppo economico iniziale, dalla forza lavoro inutilizzata, dalla manodopera a basso costo, da una struttura dei costi molto contenuta (grazie ai livelli minimi di regolamentazione e alla mancanza di controlli ambientali) e, in alcuni casi, dalla grande disponibilità di materie prime, da un alto livello dei risparmi a livello nazionale e da trend demografici favorevoli”.

Leggi il resto dell’articolo

TEMI GLOBALI / Danzando sull’orlo dell’abisso: 2) L’Unione Europea: LTRO, unione bancaria, debito, euro forte

L’Unione Europea: LTRO, unione bancaria, debito, euro forte

Nell’eurozona si torna a parlare della LTRO (acronimo di Long Term Refinancing Operation), l’operazione con la quale a fine 2011 e inizio 2012 la Banca Centrale Europea (BCE) ha emesso un prestito triennale a centinaia di banche europee per un totale di circa 1 trilione di euro, evitando così un crollo del sistema bancario europeo. Le somme date in prestito alle banche dovranno essere restituite a inizio 2015, ma dal gennaio di quest’anno sono già molte le banche che hanno restituito i soldi presi in prestito, per un totale di circa 334 milioni di euro, pari a circa un terzo del totale. Leggi il resto dell’articolo

ASIA / Giappone: comincia l’era dell’Abenomics – Asia: una nuova bolla del debito?

In Giappone è cominciata l’era di Shinzo Abe, il nuovo premier del partito Liberaldemocratico che ha ottenuto una vittoria schiacciante alle elezioni parlamentari del dicembre scorso. E’ un’era che nasce all’insegna del monetarismo e delle politiche di stimolo finanziario dell’economia, alle quali gli osservatori hanno assegnato l’ironico nome di “Abenomics”. Leggi il resto dell’articolo

TEMI GLOBALI / A che punto è la crisi economica?

di Ilario Salucci

A che punto è la crisi economica? Per dei lavoratori questo è un argomento importantissimo se ne
conseguono delle scelte politiche, se ci sono delle conseguenze sul “che fare”. Leggi il resto dell’articolo