TEMI GLOBALI / L’eterno ritorno della crisi mondiale (Parte 2)

di Andrea Ferrario

Nonostante i tentativi di esorcizzarlo con enormi iniezioni di liquidità lo spettro della crisi mondiale continua a riemergere. In questa seconda parte del nostro panorama della situazione dell’economia a inizio 2016 affrontiamo il crollo dell’economia russa, le economie che apparentemente “vanno bene” (Usa, Germania, Spagna) e la stagnazione drogata dell’Ue. Leggi il resto dell’articolo

EUROPA / L’intervento di Mosca in Siria e la crisi interna della Russia

di Andrea Ferrario

Il recente avvio di operazioni di bombardamento sulla Siria da parte della Russia è stato accompagnato sulla stampa mondiale da una valanga di commenti, che però ne affrontano quasi esclusivamente le possibili conseguenze a livello geopolitico. In questo articolo evidenziamo invece gli evidenti nessi tra la situazione economica e politica interna della Russia e questo suo nuovo intervento militare, analizzando inoltre l’escalation dell’attività diplomatica di Mosca in Medio Oriente a partire dai primi mesi del 2015. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / Il testo integrale dei nuovi accordi di Minsk e un commento a caldo

Pubblichiamo la nostra traduzione in italiano del testo integrale degli accordi in tredici punti stipulati oggi a Minsk dopo la lunghissima notte di trattative. Dopo il testo degli accordi riportiamo un nostro rapido commento, in cui si sottolinea come gli accordi siano deboli e possano dare luogo a infinite diatribe e anche alla ripresa delle ostilità militari. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / La situazione prima del summit di Minsk

di Andrea Ferrario

Un quadro complessivo della situazione immediatamente prima del vertice di Minsk tra Germania, Francia, Ucraina e Russia: gli sviluppi militari sul terreno, il rifiuto della popolazione di mobilitarsi, l’instabilità politica in Ucraina, l’escalation delle tensioni internazionali, l’opzione delle forniture di armi da parte degli Usa, la voglia di compromesso dell’Ue e le decisioni prese dalla Nato. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / La nuova fase del conflitto e gli interessi in gioco

di Andrea Ferrario

Dopo un periodo frenetico di trattative a tutti i livelli, la situazione nell’Ucraina Orientale sembra essere nuovamente degenerata. Tutte le parti in causa in realtà hanno motivi per essere interessate a un compromesso, ma le loro motivazioni diverse rendono difficile conseguirlo. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / Una situazione congelata

di Andrea Ferrario

All’inizio di quello che sarà un lungo e drammatico inverno tutte le principali parti in causa nel conflitto ucraino sembrano avere assunto una posizione di attesa. Ma dietro a questa facciata non mancano gli sviluppi preoccupanti, dalla situazione economica sempre più drammatica in Ucraina, in Russia e nel Donbass, fino alle grandi manovre nell’oligarcato e tra i separatisti. Sulla scena incombe sempre il rischio di un riaprirsi dei combattimenti in primavera. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / La Russia, dal Donbass alla Cina

a cura di Andrea Ferrario

La Russia, la cui economia continua a perdere colpi, appare in difficoltà su diversi fronti. Da una parte non è in grado di assumersi l’onere dei costi necessari per tenere in vita il regime separatista nel Donbass, dall’altra è costretta a fare dumping nei rapporti energetici con la Cina e si prepara al varo di un’Unione Eurasiatica piena di falle. Sullo sfondo di tutto questo ci sono l’incognita delle sanzioni e la proposta di una “pax imperialista” fatta da Putin all’Occidente con la sua nuova dottrina. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / La Marcia Russa segue gli umori di Putin

di Vladislav Maltsev, da “Slon”, 31 ottobre 2014

Quest’anno la Marcia Russa del 4 novembre, tradizionale evento annuale dell’estrema destra, si svolge senza eccessi e nella periferia di Mosca, dopo che Putin è passato a una nuova tattica nella gestione dell’ultranazionalismo. La Marcia, nata come risposta da destra alla “rivoluzione arancione” del 2004, continua a essere una variante della linea del Cremlino riguardo all’Ucraina. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / La guerra come strumento di controllo sociale

di Gabriel Levy, da “People and Nature”, 19 ottobre 2014

In Ucraina il tumultuoso movimento sociale dell’inverno scorso è stato sopraffatto, diviso e messo pressoché a tacere dal conflitto militare. Si tratta di una situazione che fa riflettere e che è in contrasto con altri momenti della storia, per esempio la fine della Prima e della Seconda guerra mondiale, quando il conflitto ha prodotto rivolte sociali. Questo articolo cerca di analizzare questi paralleli storici e il significato che hanno per i socialisti. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / Le incognite dell’autunno ucraino – 2

Una selezione di materiali di testate ucraine e russe che analizzano alcuni aspetti importanti della crisi ucraina. Il sito “Nihilist” dubita che Poroshenko possa rimanere a lungo in carica e descrive alcuni possibili sviluppi successivi a una sua ipotetica caduta, un analista del sito “Politcom” analizza alcune delle dinamiche militari peculiari della guerra ucraina prima della tregua di Minsk e, infine, un giornalista del sito “Slon” illustra la sempre maggiore militarizzazione dell’economia russa, spiegandone le motivazioni interne. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / Crimea: elezioni e repressioni

Le prime elezioni nella Crimea del dopo-annessione non riescono a rompere il clima di apatia politica. Il voto, che ha visto un’affluenza molto bassa, è stato vinto nei fatti dal vecchio Partito delle Regioni riciclatosi sotto il brand putiniano “Russia Unita”. Intanto le autorità russe hanno scatenato un’ondata di repressioni contro la minoranza tatara, e in particolare contro il Medzhlis, il suo organo di autogoverno. Leggi il resto dell’articolo

FOCUS UCRAINA / Donbass: quando fascismo e “antifascismo” si danno la mano

di Andrea Ferrario

La guerra nel Donbass, che ha visto come protagoniste le “repubbliche popolari” guidate da neofascisti, offre all’estrema destra un’occasione per intrecciare relazioni internazionali. Mentre Forza Nuova e Lega Nord si schierano con Putin e i separatisti, in Crimea due conferenze gemelle creano un pericoloso ponte tra estrema destra ed estrema sinistra internazionale. In Italia settori della sinistra e gruppi rock militanti si pretendono orwellianamente antifascisti mostrando solidarietà a un separatismo del Donbass creato ed egemonizzato da neofascisti. Leggi il resto dell’articolo