EUROPA / Tassi d’interesse negativi? No, grazie… – Produzione in continuo calo – Perché le previsioni non ci azzeccano mai – L’industria automobilistica affonda – Le multinazionali disinvestono

di Andrea Ferrario

Il 2013 si è aperto all’insegna del ritorno all’”appetito di rischio”, cioè della percezione che la crisi stia terminando il suo ciclo e si possa quindi tornare agli investimenti tradizionalmente ritenuti meno sicuri. Le borse sono in netta ascesa, il mercato dei corporate bond (le obbligazioni emesse dalle aziende) sta vivendo un grande boom, si torna ad acquistare titoli di stato dei paesi periferici dell’Ue, mentre la Banca Centrale Europea (Bce), contrariamente a quanto si prevedeva a fine 2012, non ha tagliato il suo tasso di riferimento, che rimane a 0,75% dopo l’ultimo taglio dell’estate scorsa. Si tratta di una situazione che ricorda da molti punti di vista il 2010, anno che ha visto una simile euforia e un ritorno alla speculazione dopo il terribile 2009. Leggi il resto dell’articolo

Annunci

CINA / Lavoratori migranti rurali – Tre punti caldi: investimenti esteri, prospettive economiche e shadow banking

Uno degli aspetti più dibattuti riguardo agli sviluppi sociali ed economici della Cina di oggi è quello del suo serbatoio di manodopera a basso (o meglio, bassissimo) costo, che secondo alcuni è in via di esaurimento, mentre secondo altri è ancora molto vasto. Leggi il resto dell’articolo

ITALIA / Dati drammatici

Si chiude il 2012 e, mentre il teatrino politico si occupa dei dilemmi relativi alle candidature elettorali dei vari leader politici, da varie fonti giungono dati sull’Italia che dipingono una situazione economica a dire poco drammatica. Leggi il resto dell’articolo