EUROPA / La Bulgaria non ha ancora toccato il fondo

intervista a Mariya Ivancheva, da “LeftEast”, 20 ottobre 2014

In un’intervista la ricercatrice Mariya Ivancheva spiega le dinamiche che hanno portato ai risultati delle recenti elezioni parlamentari in Bulgaria, analizzando i problemi che la sinistra radicale bulgara si trova ad affrontare e l’ascesa nel paese delle forze di estrema destra. Leggi il resto dell’articolo

Annunci

EUROPA / Bulgaria: scendono in campo gli studenti

Al caso delle mobilitazioni popolari in Bulgaria abbiamo già dedicato un’ampia analisi, accompagnata da un panorama delle lotte degli ultimi anni nei Balcani. Si tratta di realtà importanti e geograficamente vicine all’Italia, ma sulle quali l’informazione da noi è praticamente nulla. In Bulgaria nelle ultime settimane, dopo le manifestazioni invernali che hanno causato la caduta del governo di destra e quelle estive scivolate sempre più nell’anticomunismo e nella scarsa partecipazione, sono scesi in campo gli studenti. E’ stata occupata l’Università di Sofia, seguita da occupazioni e agitazioni in altre università del paese. Il 10 novembre si è tenuta una grande manifestazione organizzata dagli studenti occupanti e che ha rimescolato le carte con i suoi slogan sociali, aprendo una nuova fase.

Leggi il resto dell’articolo

EUROPA / La Bulgaria scende in piazza

di Andrea Ferrario

Durante l’anno in corso la Bulgaria è stata travolta da due ondate di proteste di massa, la prima delle quali ha portato alla caduta del governo e la seconda delle quali è ancora in corso. Le mobilitazioni del 2013, così come le loro contraddizioni, trovano le loro radici nel risveglio dell’attivismo politico ed ecologico degli ultimi cinque anni, dopo quasi un decennio di passività popolare, nonché nella difficile situazione economica e sociale del paese. Ma il “risveglio” della Bulgaria va situato anche nel contesto più ampio delle mobilitazioni popolari a livello mondiale, a cominciare dagli altri paesi balcanici, fino alla Primavera araba e Occupy, alla Turchia al Brasile.

Leggi il resto dell’articolo